1-30   31   32   33   34   35   36   37



Di cosa è fatta la speranza, presentato a Catania il libro di Emmanuel Exitu, di Caterina Chiarenza
Categorie: Poesia e Narrativa

Il 19 gennaio alle 19.30 presso l'Auditorium dell'Istituto Ventorino, si è tenuta la presentazione dell'interessante romanzo di Emmanuel Exitu, "Di cosa è fatta la speranza", edito da Bompiani. Continua a leggere...



La restanza, uno studio dell'antropologo Vito Teti, di Francesco Riggi
Condividi il link
Società  

Leggo con interesse il recente studio di Vito Teti, La restanza, uno studioso calabrese di Antropologia culturale, giunto a me proprio in occasione di una mia recente visita all'Università della Calabria. E anche se antropologo non sono, essendomi occupato di Fisica Nucleare e dei Raggi Cosmici, forse avrei dovuto conoscere meglio l'opera di questo studioso e la tematica sottesa, perché questo fenomeno, poeticamente descritto come restanza, in quanto alternativa (ma non sempre, e non necessariamente, come ricorda Teti) alla partenza, è fenomeno che interroga tutti noi, che viviamo al Sud, che abbiamo magari viaggiato,
Continua a leggere

Flash di luce superveloci, il Nobel per la Fisica 2023, di Francesco Riggi
Condividi il link
Scienza e Tecnologia  

Cosa fare quando si vuol fotografare un oggetto in movimento? Tutti i fotografi sanno che occorre usare dei tempi di esposizione brevi, per fare in modo che la foto non sia "mossa". In alternativa, specie se lo sfondo è scuro, usare un flash con un impulso di luce breve, che possa illuminare solo per una piccola frazione di secondo l'oggetto che si sta muovendo, e "congelarlo", per così dire, nella sua posizione. Quanto breve deve essere la durata del flash o l'apertura dell'otturatore della fotocamera?
Continua a leggere

Fatto per la notte di Natale, di Carmen Soraci
Condividi il link
Musica  

Forse per il suo nome angelico, l'aspetto che i biografi amano mettere in evidenza di Arcangelo Corelli, è la sua inalterabile pacatezza, l'imperturbabilità! Ma osservando il suo ritratto in un dipinto di Howard emergono dei tratti somatici che riflettono tutt'altro che una sorridente passività.
Continua a leggere